Un progetto didattico da ideare, un biolaboratorio in palio: il concorso DiaSorin per le scuole allarga i confini della didattica tradizionale e offre agli studenti un’occasione di crescita.

È partito a gennaio “Mad For Science”, il progetto DiaSorin che punta a promuovere la passione per la scienza tra i più giovani. Aperto ai licei del Piemonte, il concorso mette in palio un biolaboratorio aggiornato all’istituto autore del miglior progetto didattico. Il requisito fondamentale? Lavorare in team.

L’iniziativa nasce dalla volontà di DiaSorin di fare la differenza nel territorio, là dove si nascondono gli innovatori di domani: a scuola. L’ambizione è quella di contribuire ad allargare i confini della didattica liceale tradizionale, rendendola più attuale e aggiornata.

È molto importante che gli studenti percepiscano il processo come qualcosa di facile

L’esperienza in laboratorio appassiona i ragazzi, ed è lì che dovrebbero svolgersi tutte le lezioni di scienze.

Da un’indagine che il Gruppo ha svolto tra docenti da tutta Italia, emergono infatti alcuni limiti del sistema scolastico attuale: soltanto il 25% dei licei scientifici dispone di un laboratorio, e gli studenti vi trascorrono mediamente solo il 7% delle ore di studio.
Eppure i professori sono concordi: l’esperienza in laboratorio appassiona i ragazzi, ed è lì che dovrebbero svolgersi tutte le lezioni di scienze.

Collegarsi alle esperienze di vita reale è motivante ed è il primo passo per calare la ricerca in un contesto più ampio

Un luogo altamente formativo dunque, anche sul piano umano: la maggioranza degli insegnanti interpellati ritiene che in laboratorio si affinino problem solving, spirito collaborativo e senso etico.

Questa sete di aggiornamento e occasioni di crescita è provata dalla grande adesione al concorso: gli studenti coinvolti sono stati oltre 300, 50 i licei iscritti, per un totale di 44 progetti candidati. Tra questi, il 28 aprile una Giuria di esperti ha selezionato gli 8 più meritevoli, che verranno presentati live dai rispettivi team durante il Mad For Science Challenge che si svolgerà a Torino l’11 maggio. La squadra vincitrice vedrà implementato il proprio progetto di biolaboratorio scolastico e riceverà la fornitura quinquennale dei relativi materiali di consumo.

Un modo concreto per supportare ancora una volta il talento e la passione per la conoscenza, dimostrando che non c’è nulla di più entusiasmante che vedere le proprie idee prendere vita.